Sequìa

24-02-2017

Le piante di patata appassiscono sotto l'arsura di una stagione troppo secca / Potatoes are dying under the sun with not enough water. The water of lake Titicaca contains a little bit of salt and cannot be used for irrigation

Le piante di patata appassiscono sotto l’arsura di una stagione troppo secca / Potatoes are dying under the sun with not enough water. The water of lake Titicaca contains a little bit of salt and cannot be used for irrigation

 

Novembre e Dicembre la nuvolosità aumenta, Gennaio e Febbraio il cielo si copre e le piogge copiose nutrono i ghiacciai della Cordillera Real fin giù nelle falde dell’altopiano boliviano. Così era in Bolivia, così non è più.

C’è chi dice sia colpa del cambio climatico, chi dice che sempre si sono alternate stagioni secche e umide. Fatto sta che negli ultimi sei anni il paese sta affrontando un’assenza di piogge preoccupante. Il Salar de Uyuni non si allaga più formando quel bianco specchio tanto agognato dai fotografi. Il lago Titicaca si ritira, i vecchi moli di legno affondano i pali oramai sulla terraferma. Il presidente Evo Morales, per far fronte alle crescenti proteste del paese che lo accusa di trascurare gli acquedotti pubblici ridotti a un colabrodo, ha fatto spargere milioni di metri cubi d’idrogeno sul cielo di La Paz e facendo finalmente piovere. Il giorno dopo tutti i giornali titolavano “Evo ha hecho llover!”.

Anche a Santiago de Huata manca l’acqua. I campi di patate e mais stanno morendo e il lago contiene troppo sale per irrigare. La comunità di Chuquinapi è una delle più colpite e le autorità sono venute alla parrocchia per chiedere al padre Leo una messa per la pioggia. Quando si è parroci in luoghi come questi s’impara che Dio può essere utile in tanti modi diversi.

L’assenza di pioggia è considerata una punizione divina. La comunità tutta si riunisce prima della messa per analizzare i propri comportamenti e il sacerdote fungerà da tramite con Dio per chiederne il perdono. Questo tipo di funzione è molto partecipata, le case, i campi, la scuola sono vuoti, tutti riuniti nel campo di calcio a pregare. La funzione è intensa, le facce sono coinvolte e alla fine tutti i partecipanti si dispongono in un grande cerchio e uno a uno si danno la mano chiedendosi perdono a vicenda. Il rito non dura meno di due ore con pianti sinceri e disperati.

Dopo la messa torniamo alla parrocchia. Tutti speriamo nella pioggia, i campi ne hanno davvero bisogno. Che sia Dio o la combinazione tra umidità e pressione, nel primo pomeriggio il cielo comincia a coprirsi e dopo pochi minuti comincia a piovere. Seguirà una settimana intera di piogge. Le piantine nei campi riprendono vita, il sorriso torna sulla faccia della gente e di padre Leo.

The raining season in Bolivia should be November to March. The water falls down from the sky to refill the glaciers on top of the Cordillera Real all the way down to the highlands. This is how it should be, but it isn’t.

It could be due to the climate change or maybe it is just the way how seasons turn, but in the last six years Bolivia is facing a cruel drought. The Salar of Uyuni is loosing the water that needs to keep the sault on the surface and Lake Titicaca is going back more and more every day. People are tired and accuse the President Evo Morales to do not take enough care of the aqueducts in the country. Evo has called the militaries to spry the sky of La Paz with tons of Hydrogen to make it rains, and it worked! The morning after all the news said “Evo made it rain!”.

We need water in Santiago the Huata too. The community of Chuquinapi is the most effected, potatoes and corn are dying down the fields. People have come to ask father Leonardo to celebrate a mass just for it. The drought it’s considered as a divine punishment and the community wants to ask God forgiveness. They meet before the mass to talk about their behavior, than they set themselves in a big circle and apologize each other for their faults. People are really involved in the celebration, they cry hard.

After the mass in Chuquinapi we all go back home. We really hope in the rain, those poor people really need it. I can’t tell if it was God or just the right combination of humidity and atmospheric pressure, a couple of hours after it started to rain. It will rain the entire week after. A big smile appeared on Chuquinapi people’s faces as well as father Leonardo’s too.