MENDOZA y VINO

15-02-2016

Posted from Mendoza, Mendoza Province, Argentina.

Una bistecca e un asado, carne marinata a lungo come da vera tradizione argentina, accompagnati da un Malbec (medriocre purtroppo) per festeggiare

Una bistecca e un asado, carne marinata a lungo come da vera tradizione argentina, accompagnati da un Malbec (medriocre purtroppo)

Il 70% del vino argentino si produce nella regione di Mendoza. Le aziende più grandi esportano milioni di bottiglie in tutto il mondo. E pensare che qui ci sarebbe solo deserto.

Arriviamo a Mendoza dopo una lunga tratta di 1200 km da Buenos Aires. L’Argentina è davvero grande, fate un prova confrontandola con l’Europa su di un mappamondo. I primi coltivatori arrivarono qui a metà del XIX secolo scappando dalla epidemia di phillossera che stava distruggendo tutte le vigne in Europa. Trovarono molto calore, una terra fertile e un sistema idrico costruito già dai nativi che incanalava l’acqua di disgelo dalle vicinissime Ande fino alle pianure.

Questi canali sono ancora gli stessi che oggi bagnano l’arida argilla di Mendoza e permettono ogni dieci giorni di allagare campi infiniti coltivati a vite come fossero risaie. Qui ovviamente non esistono DOCG ma si coltiva di tutto di più. Il vitigno più importante è il Malbec, originario della Spagna ma oggi coltivato praticamente solo in Argentina, accompagnato da Cabernet Sauvignon, Merlot e Sirah. Il risultato sono vini forti, corposi e morbidi che piacciono sopratutto al mercato nord americano. La zona di Maipù, quindici chilometri a Sud di Mendoza, è dove si concentrano la maggior parte delle aziende che si possono visitare e si possoni degustare i loro vini.

Noi ne abbiamo provati alcuni e finalmente ne abbiamo trovati due che finiranno nei nostri zaini avvolti nei vestiti per essere bevuti in Italia. Io dico che si accompagneranno bene anche a una bella fiorentina di chianina, alla faccia della carne argentina.