FIESTA!

23-01-2017

Posted from La Paz Department, Bolivia.

La folla curiosa si accalca fuori dal paese aspettando l'inizio della sfilata / The crowd raise up outside the town waiting for the parade

La folla curiosa si accalca fuori dal paese aspettando l’inizio della sfilata / The crowd raises up outside  town waiting for the parade (english at the bottom)

 

La musica arrivava forte venerdì mattina dalla piazza mentre facevamo colazione affacciati sul Titicaca. “Cos’è?” chiediamo. “Oggi 20 Gennaio è grande festa per l’anniversario del Municipio di Santiago de Huata, ben otto anni dalla sua fondazione!”.

Già dalle prime ore del giorno le genti convergono da tutti i villaggi per sfilare nel capoluogo. C’è una certa euforia nell’aria mista alla tensione di chi deve rappresentare ufficialmente la propria comunità. Gli uomini vestono un poncho rosso, le donne mettono i loro vestiti più eleganti. La banda guiderà la parata, le comunità dietro con il loro stendardo da portare al cospetto delle autorità. Sul palco vengono presentate con orgoglio nazionale una ad una le istituzioni che dimostrano l’ammodernamento del paese: la compagnia dell’acqua potabile, i medici del nuovo ambulatorio, la cooperativa del trasporto pubblico, l’associazione sportiva con il nuovissimo campo da calcio in sintetico fatto venire direttamente dalla Germania.

Intanto la piazza si piena di bancarelle improvvisate, di musica e bambini festanti. All’ora di pranzo, appena finite le celebrazioni ufficiali, tutti i partecipanti tirano fuori cibo e bevande da condividere in una grande festa comune che si potrarrà fino a buio. L’alcol scorre generoso e nessuno, neanche le donne, saprà sottrarsi ai suoi vapori invitanti.

La celebrazione ufficiale è un rito che serve a creare coscienza sociale. Parate, comizi e tutto un corredo di eventi ufficiali sono frequenti in stati giovani e dittature. “Troppe celebrazioni, troppi festeggiamenti, obblighi inutili a cui nessuno vorrebbe partecipare” dice un signore dall’aria contrariata che scruta in disparte la piazza gremita. “Ogni famiglia di ogni comunità deve portare almeno un rappresentante, pena una multa fino a 150 Boliviani”.

La Bolivia fatica a costruire una vera identità nazionale. Il governo di Evo Morales, in carica fino al 2020, punta molto su questi eventi per mostrare la presenza forte del grande Estado Plurinaciònal de Bolivia. Quindi, anche se sono passati solo otto anni dalla sua fondazione, tutti alla grande manifestazione dell’Alcaldia di Santiago de Huata!

 

Music was coming loud from the square even in the early morning. “What’s that?” we asked. “Today 20th of January it’s a great day! Today we celebrate the 8th anniversary from the foundation of the County of Santiago de Huata!”

From the early hours people are coming from all over the county to parade. There is excitement in the air but people are also anxious to officially represent the village they are coming from. Men are dressed in red ponchos, women with their best dresses. The band will lead the parade, communities with their banners are ready to parade in front of the authorities. On the stage in the main square important personalities are proudly introduced to prove the way to modernity of the State: the potable water company, the doctors from the new ambulatory, the public transport, the Sport Centre with the brand new synthetic soccer field coming straight from Germany.

In the mean time the square gets full of street food stations and running kids. When the official parade is over, people starts to get out their bags food and drinks to share. Alcohol it’s everywhere, both women and men start to drink until it’s dark. A weird scene from the outside.

Such celebrations are common in young nations and dictatorships. “Too many parades, too many showings off when people doesn’t really care” a solitary man tells me from a corner of the crowded square. “Every family of every village has to have at least one person in the parade. Otherwise they get fined up to 150 Bolivianos”.

Bolivia has trouble to build a sense of belongings in its citizens. Evo Morales, leading the country until 2020, it’s investing so much money in this kind of public events. He wants to show how great and organized is the Estado Plurinaciònal de Bolivia. So we are all going to the Anniversary of the County of Santiago the Huata! Even if it’s